+39 010 310831 genova@cri.it

L’acqua è sinonimo di vita, ma troppe volte diventa motivo di violenza e guerre. Lo abbiamo visto drammaticamente in tanti contesti, come Aleppo in Siria e in tante parti dell’Africa colpita dalla siccità. Oggi si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale sull’Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite. Dobbiamo usare questo momento per ricordare a tutti che l’acqua è un bene essenziale, senza dimenticare che c’è tanto da fare a livello globale per evitare lo spreco e per garantire a tutti l’accesso all’acqua e ai servizi idrici. 20 milioni di persone al mondo sono “a rischio” per assenza di acqua. Il dramma si concentra soprattutto nell’Africa orientale e centrale e nello Yemen. Ecco il significato della celebrazione: lanciare un allarme, sensibilizzare, trovare soluzioni concrete e portare l’attenzione dell’opinione pubblica, sensibilizzare le istituzioni internazionali.

       

La celebrazione

Questa ricorrenza, in particolare, vuole sottolineare come l’acqua sia un bene essenziale. Purtroppo, però, è anche la causa diretta, in molti paesi del mondo, di guerre e forti tensioni internazionali. Ha, quindi, un forte significato anche a livello geopolitico. L’acqua è la base della vita stessa e non va sprecata, ma difesa e salvaguardata.

Le cause

I cambiamenti climatici, la siccità e la stagione delle piogge che ha portato pochissima acqua, causano l’estinzione dei pascoli, la fine degli allevamenti e mettono in dura crisi l’agricoltura. A tutto ciò, poi, vanno aggiunte le situazioni di violenza e conflitto che non sembrano trovare una soluzione.

               

La “soluzione”

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa sta moltiplicando gli sforzi di intervento in ogni contesto, con programmi di supporto e assistenza alla popolazione. C’è bisogno però di interventi immediati e i governi devono essere parte attiva in questo processo perché ancora oggi, nel 2019, mentre parliamo di questa situazione migliaia di persone rischiano la morte.

                           

Dobbiamo difendere e salvaguardare l’acqua.

 

Share This